Un ricordo affettuoso dedicato alla maggiore esponente della musica popolare capoverdiana che ci ha lasciato, l’incontro nella sua casa di Sao Vicente nell’agosto 2001 durante un viaggio di due settimane nel meraviglioso arcipelago di Capo Verde.

img_3275
Giovedì inizia il conto alla rovescia per la partenza e gli ultimi due giorni di vacanza devono essere sfruttati, dove sicuramente c’è più vita sia di giorno che di sera: Mindelo ci aspetta. Giovedì pomeriggio compriamo i dischi, io e Manuela abbiamo una grande fortuna: conoscere di persona Cesaria Evora nella sua casa, in un incontro breve ma intenso. Naturalmente ci siamo attrezzate col suo ultimo cd e la penna per farci fare un autografo, so che è in zona e che dopo pranzo basta suonarle il campanello per avere una piccola “udienza”. Certo che quando ci accoglie nel salotto e ci fa sedere sul divano, circondata dai dischi d’oro e di platino accumulati nella sua carriera, siamo molto emozionate. Lei è gentilissima, ci chiede se abbiamo pranzato e se vogliamo almeno bere qualcosa, il mio portoghese non è perfetto ma ci capiamo, alla fine parliamo in francese che pure a lei viene facile perché da tempo vive a Parigi, la sua seconda patria ed il punto di partenza per le frequenti tournée in giro per il mondo. La prossima dovrebbe iniziare in ottobre e si svolgerà soprattutto negli USA. Esco confusa e felice dal nostro incontro, dimenticando persino di verificare se è davvero scalza, ma ho in mano l’autografo di Cesaria scritto a grandi lettere, con una calligrafia simile a quella delle nostre nonne. Memorabile!

Ti è piaciuto questo post? Allora leggi anche gli altri, li trovi qui:

CAPO VERDE: NATURA E MUSICA ALL’INCROCIO DI TRE CONTINENTI

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *