Negli anni 80 portai dalla casa di campagna in città un paio di bruchi in un barattolo, mi piacevano anche se in realtà erano brutti, a parte i puntini colorati sul dorso. Dopo una settimana uno dei due era morto, l’altro invece si faceva con pazienza il bozzolo sputacchiando quanto necessario per il letargo invernale. Per tutta la stagione fredda rimase in un angolo presso la finestra della mia camera finché, ai primi tepori della primavera, vidi che in quel barattolo si muoveva qualcosa di diverso: una splendida farfalla macaone. Aveva fatto tutto da sola, mi spiace non avere assistito alla schiusa ma subito la lasciai volare via, libera nell’aria.
Morale – Se ami qualcuno, lascialo libero.

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *