Pistoia è un capoluogo di provincia splendido e raccolto, vivibile, comodo da raggiungere e semplice da visitare. Ma come tante altre cittadine toscane è sovrastata dalla bellezza unica e prorompente delle sue sorelle maggiori, Firenze e Siena, e pertanto spesso è tralasciata nell’elenco dei luoghi da visitare.

Il mio ricordo di Pistoia risale addirittura agli anni Ottanta, quando nel mezzo di un periodo di scavi nella vicina rocca medievale di Ripafratta vi feci una bellissima passeggiata in compagnia dei miei amici aspiranti archeologi. La piazza principale e il Duomo, le chiese e i palazzi antichi, a Pistoia tutto sa di Toscana con le sobrie linee architettoniche, i profumi e la parlata della gente. Eppure io ne conservo un ricordo a colori: i colori delle maioliche robbiane che decorano il portale del Duomo, l’interno di San Giovanni Fuorcivitas e soprattutto la facciata dell’Ospedale del Ceppo. Ecco, Pistoia per me è questo.

particolare-dell-ospedale-del-ceppo-a-pistoia

Tra una settimana ci tornerò per partecipare al primo blog tour in terra pistoiese, intitolato proprio Vi racconto Pistoia. In compagnia di altri blogger italiani e – dite udite – anche stranieri, passeremo tre giorni alla scoperta dei tesori piccoli e grandi, anche nascosti, della città. Ne assaggeremo le specialità enogastronomiche partecipando addirittura a sessioni di cucina dedicate. La cooking experience, che bello! E gamberettarossa racconterà in tempo reale la nostra scoperta di Pistoia.

Ringrazio gli organizzatori, il Consorzio Turistico Città di Pistoia e la Gazzetta di Pistoia, per avermi dato la possibilità di un graditissimo ritorno in questa piccola perla della bellissima Toscana. Per coinvolgere maggiormente i diretti interessati, in questi giorni anche i pistoiesi hanno la possibilità di partecipare a un contest dedicato, pubblicando fotografie della loro città; le più votate saranno premiate da una giuria specializzata. Ce n’è per tutti i gusti, buona Pistoia a tutti!

Ti è piaciuto questo post? Allora leggi anche gli altri, li trovi qui…

Vi Racconto Pistoia, Maggio 2013

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *