In attesa che WordPress componga il patchwork annuale dei miei post del 2013, mi affretto a scorrere l’anno che volge al termine attraverso i suoi temi portanti e, perché no, con una bella lista di buoni propositi per il 2014. Il 2013 è stato sin dall’inizio intensissimo, pieno di novità a partire dal nuovo lavoro, estremamente impegnativo ma molto bello. Ho provato sensazioni forti ma mi son sentita lucida come e più del solito. Ho conosciuto tanti nuovi amici in un turbinio di presentazioni e occasioni conviviali una più interessante dell’altra. Purtroppo vi sono stati anche grandi dolori, separazioni definitive, lontane ma a me vicine, quest’anno particolarmente numerose e dolorose perché alcune volte, come nel caso di Paolo ed Elena ma non solo, inaspettate e ingiuste.

Sono stanchissima ma tengo ancora botta, e nelle prossime due settimane non starò ferma di certo. Spero di arrivare indenne al 31 dicembre altrimenti dovrò farmi tante uova sbattute a colazione. A proposito, chissà dove sarò il 31, Avventure mi ha già regalato due viaggi express vicini, a gennaio e ad agosto, in ottima compagnia. Ma poiché i miei programmi con Avventure per le imminenti ferie natalizie sono andati gambe all’aria per ben due volte, provo ora con un piano C e se manco questo avrà un seguito, be’ dovrete raccattarmi come uno straccetto.

Ho pensato che il modello appreso dai miei nuovi bloggamici fosse efficace, eccovi quindi il mio ABC 2013. Spero ciò sia un utile spunto affinché chi lo desidera componga liberamente il suo personale ABC. Buona lettura!

ROBERTA AKA Conserve di Zia Robi AKA Gamberettarossa.

palp5

A – Africa, America, Asia. Dove mi porterà il destino? Che viaggi farò nel 2014? Sono curiosa e ansiosa di ri-partire!

Amici – Quanti nuovi amici mi ha portato il 2013! Bloggamici, capi e colleghi, ce n’è per tutti i gusti. I bloggamici, i miei preferiti, sono i miei compagni per scorribande fatte di camminate, cultura, enogastronomia, dove ci facciamo prendere per mano dall’organizzazione durante il tour e ne parliamo. In diretta sui social network, in differita al nostro ritorno sui rispettivi blog. It’s a hard blogger’s life!

Angeli – io che credo a poco o nulla ho gli angeli custodi come miei fedeli compagni, anche perché nel fare tutte le cose che faccio se non avessi una schiera di angeli a proteggermi non so se ce la farei. Angelo è anche il mio nuovo vicino nella casetta di campagna, è una persona squisita e speciale ed è stato decisamente il migliore acquisto dell’anno, un vero dono del cielo.

Bandierine – sono ferma a 69 Paesi visitati ormai da un anno e mezzo, quando sono felicemente tornata nel mio amato Medio Oriente, poi mi son messa a fare altro e, quando potevo, sono tornata in luoghi già visitati. Spero di rimettermi in corsa quanto prima per piantare tante nuove bandierine sul mappamondo!

Baratto, B&B – Non ho barattato nei bed & breakfast quest’anno, ma devo assolutamente rifarlo. Nei miei sogni ci sono i fine settimana in cammino, possibilmente sulla via Francigena, a piccoli passi. Pellegrina Ziarobi.

Birmania – La maledizione degli spiritelli birmani mi ha colpito, emulando i più noti Tutankhamon e Montezuma con la conseguenza che manco quest’anno farò questo viaggio tanto bramato. Peccato!

Blogtour – quando una persona come me, che è sempre in giro per lavoro, si muove anche nel fine settimana e corre in giro per l’Italia, è cosa buona e giusta ma che fatica! Ho conosciuto tanti nuovi amici (almeno una cinquantina, non scherzo!), o come li chiamo io bloggamici, che con le loro peculiarità sono persone molto interessanti e “arricchenti”, della cui conoscenza vado orgogliosa. Ho contato ben nove giri in dodici mesi: quattro in Toscana (vedi), due tra Veneto e Friuli, uno in Lombardia e due sull’Adriatico, tra Puglia, Marche e Romagna, con una piacevolissima incursione in Bosnia. Li racconto qui, nel mio blog Gamberettarossa, anche se sono perennemente in corsa per scrivere, confezionare, condividere, non è mai finita! In realtà da alcuni mesi scrivo anche per il bellissimo blog Girovagate che mi ha dato crescente fiducia, e che non smetterò mai di ringraziare per questa succosissima opportunità di raccontare le bellezze del nostro Paese, grazie Ale! L’unica cosa che mi pare ancora strana è la preponderanza di blogger donne, che ancora non mi so spiegare. Pazienza!

C – Conserve. Vedere Ziarobi.

D – Due. Se da 45 anni la mia vita si svolge da single, in un susseguirsi di pieni e vuoti, compagnia e solitudine, vorrei provare a vedermi in futuro con qualcuno vicino, una sfida forse più difficile di altre alla mia età, col carattere che mi ritrovo e soprattutto con le esperienze finora accumulate, che mi hanno fatto sempre apprezzare la vita da sola più della vita in coppia. Si accettano consigli ma che fatica!

E – Europa. Che bello il vecchio continente, se va avanti così avrò ancora disponibili piccoli break e allora mi sa che cercherò di scoprirne delle aree sconosciute. A est per esempio, dove potrò anche mettere nuove bandierine.

F – Famiglia. Ritornare vicino ai miei un anno fa è stato ed è ogni giorno faticosissimo, ma finora ce la stiamo facendo. Sogno una sistemazione diversa ma ci penseremo nel 2014.

Firenze – vedere Toscana.

Friuli – vedere Udine.

G – Gamberettarossa. Sono sempre io, sotto mentite spoglie come quando faccio la Ziarobi. I miei due alter ego.

Gargano – ovvero il mio ritorno dopo trent’anni sullo sperone d’Italia il primo fine settimana di giugno, bellissimo. Se come spero ci tornerò presto, avrò ancora tanti piccoli tesori da scoprire, magari in un’altra stagione.

Gorizia, Pordenone – Vedere lettere T/U.

Grecia – Che meravigliosa settimana ho passato a Santorini ad agosto, con i miei 17 Meravigliosi Compagni di Viaggio. Ora mi sorge un dubbio: e se cominciassi a curiosare oltre le isole Cicladi quanti altri posti stupendi troverei in Grecia?

H – Hotel, agriturismo, B&B, ristoranti. Ho visitato tante location interessanti, che sto cercando di descrivere man mano sul blog. Tripadvisor? No grazie, non mi avranno né il gufo né i signori dei vari coupon. Sapevatelo!

I – Italia. Ho visto e rivisto tanti posti bellissimi, con gioia e curiosità. Non osi nessuno ricominciare col mantra che l’Italia è il Paese più bello del mondo, con metà delle ricchezze culturali ecc ecc. non-mi-interessa. Finché avrò aria nei polmoni continuerò ad andare in giro per il mondo, insaziabile, inguaribile vagabonda. Non chiudiamoci ma anzi, prendiamo il tempo che ci viene dato per ricercare vicino e lontano da noi i tesori che più ci attraggono!

L – Lavoro. 2013, anno nuovo, lavoro nuovo, che storia! Quest’anno ho ricominciato a visitare le aziende alimentari e i laboratori, con in più una consistente componente di aziende agricole che tra gioie e dolori saranno il futuro del nostro Paese, almeno nelle prospettive rosee di alcuni. Non so cosa mi attende nel 2014, vi farò sapere ma sono moderatamente ottimista. Incrociate le dita per me!

M – Marocco e Marrakech. Il mio 2013 è iniziato in Marocco, è continuato a Marostica e in giro per tanti posti che iniziavano con la lettera M, per questo ho pensato che fosse un anno di M, ma non in tono dispregiativo. Poi a Maggio il viaggio sperato a Mauritius è saltato, e le cose hanno preso una piega diversa, poco male!

Milano, Lombardia – sono sempre nel mio cuore, ma da quando me ne sono andata lo scorso anno, dopo ben 10 anni intensi sulle montagne russe, ci passo pochissimo tempo e mi manca da impazzire. La città e le mie amichette, come faccio senza di loro? Son contenta di lavorare in Veneto ma non c’è paragone tra l’intensità emotiva di quella che era la mia vita meneghina e la noia della provincia nello stretto, bigotto, ipocrita nordest, cresciuto male e governato malissimo. Tutti sanno che non ho quasi mai voglia di vedere, conoscere, curiosare. E non so da che parte cominciare per rompere questo circolo vizioso. Meno male ho la casetta in campagna, ma questo è un capitolo in progress che saprò sviscerare solo tra qualche mese.

N – Natale. Uhm, quanto manca a natale? Spero sia una giornata tranquilla in famiglia, senza troppe pretese.

O – Occhi, orecchie… olfatto, gusto, tatto e perché no il cuore. Spero di usare un po’ di più i sensi nell’anno che verrà, e di perseguire un difficile equilibrio interiore che spesso sento minato dai miei mille impegni e pensieri.

P – Passaporto. Ho un passaporto nuovo di zecca, spero di potervi apporre presto un bel timbro, o anche no, se…

Pellegrinaggio – Vedere Baratto.

Prealpi – dove si trova la mia futura casetta. Spero che le Prealpi trevigiane si sviluppino come si deve, ultimamente sono state terre martoriate dove i geni dello sviluppo hanno pensato di tappezzare di vigneti tutte le colline, trascurando altre colture e l’allevamento di qualità, ormai in caduta libera. Auguro ogni bene ai produttori di vino ma dovremmo ricordarci che “Non si vive di solo vino”. Anche se è il famoso e amato prosecco.

Q – Qualità della vita. Per tutto l’anno mi sono chiesta da cosa fosse composta la qualità della vita, da quando ho avuto la meravigliosa opportunità di rientrare in azienda da dipendente, pur con 1000 meccanismi aziendali da imparare e processi a cui dovrei contribuire, con varie difficoltà. Con la mia nuova vita a nordest è iniziato anche il processo radicale di cambiamento di stile di vita, privato dei variegati affetti che avevo a Milano, in favore di una vita per certi aspetti monastica o asociale, salvo convergere verso picchi di estrema socialità e convivialità in occasione di viaggi e tour. Non ho ancora una risposta sulla qualità della vita, certo mi piacerebbe avere una vita più normale ma ciò non è ancora possibile. Quanti obiettivi dovrei perseguire nell’anno che verrà!

R – Retta via. Anche questa è tutta da ri-vedere, premesso che è un concetto relativo correlato ai personali bisogni e ai periodi della vita, non posso assolutamente lamentarmi di come essa si è svolta globalmente nel 2013. Ma poiché sono per il “miglioramento continuo”, anche nel 2014 mi sa che la strada sarà in salita!

S – Salute. Serenità. Sicurezza. Sostegno. Subito, nel 2014.

Siena – Ben tre blogtour negli ultimi dodici mesi si sono svolti qui. There must be a deep meaning in all this (cit.).

Smartphone, Social Network – Ho ceduto clamorosamente nel corso del 2013, spinta dalle tante cose che il Galaxy mi permetteva di dire e fare, a condizioni economiche particolarmente vantaggiose. Ma ho anche ceduto al fascino dei social: ho incrementato mostruosamente i contatti su Facebook (ma prima o poi sfoltirò i miei 2000 amici), ho imparato abbastanza a usare Twitter (che peraltro ancora non mi emoziona perché io sono analitica assai, ma per nulla sintetica e 140 caratteri sono decisamente pochi per potermi esprimere). E ho ceduto a Instagram sempre grazie allo smartphone. Che belle foto si fanno col cellulare! Ora mi mancano altri social, ma francamente non ne sento l’esigenza, mi basterebbe imparare le potenzialità di Google Plus che al momento mi sono ancora poco note.

T – Tavarnelle. Vedere Toscana.

Toscana. Da gennaio il mio asse di lavoro si è spostato da una linea est – ovest tra Milano e il Veneto, a una linea nord – sud tra il Veneto e la Toscana. Il mio ufficio sta a Tavarnelle, anzi precisamente a Sambuca di Tavarnelle Val di Pesa. Vado in Toscana almeno una volta al mese fermandomi quando possibile per un fine settimana di piacere con amici, bloggamici e compagni di viaggio. Faticoso ma bello, quest’anno ho scoperto nuovi angoli di questa regione strepitosa, ma ho anche avuto il piacere di tornare per l’ennesima volta nelle città che amo, Firenze, Siena, Pistoia, e in alcuni dei paesi più belli in provincia. Non mi dispiacerebbe continuare così anche nel 2014, magari esplorando i luoghi che conosco di meno come Arezzo, Grosseto e Livorno, o tornando a Lucca e Pisa, chissà!

Trieste – Ci vado una volta al mese per lavoro, e questo è il giorno più bello anche se il lavoro si svolge in un posto allucinante in mezzo alla zona industriale, e spesso significa fare 1000 km in due giorni. Acquedotto, trattoria, autostrada… e via. Mi basta poco per essere felice.

U – Udine, Friuli. Tornare da turista nella città dove ho passato i cinque anni meravigliosi dell’Università è stato emozionante, ora ci passo per lavoro, al volo, spesso senza nemmeno il tempo di bere un caffè, ma mi piace lo stesso. Gorizia in Venezia Giulia, Pordenone in Friuli, sono sempre luoghi di passaggio, spero di organizzarvi uno, anzi due blogtour. Presto prestissimo.

V – Veneto. Vedere Milano.

Venezia – Amo Venezia ma non me la sono goduta per niente quest’anno. Ho persino saltato la biennale, e ho fatto una fugace apparizione alla mostra del Cinema assai fuori dai suoi circuiti principali. Urge rimediare.

Viaggiare – Sì, viaggiare, ma dove? Ai posteri l’ardua sentenza, sono un po’ nervosetta…

Z – Ziarobi produce, ziarobi fa assaggiare le sue deliziose conserve, ziarobi è ancora curiosa di provare e sperimentare. Anno nuovo conserve nuove, magari con un nuovo modo di proporsi al suo affezionato pubblico.

Inoltre vi consiglio di leggere...

3 comments

Rispondi

Carissima! Che bel post riassuntivo. Posso dirti che ti invidio quasi in tutto? Il quasi è ovviamente dovuto al fatto che io ho trovato la metà della mela e tu la stai ancora cercando…ma chissà… Tu puoi ancora trovarla mentre la mia metà, per esempio, odia viaggiare e quindi in questo senso io posso solo vivere di ricordi.
I rovesci delle medaglie sono da mettere in conto e bisogna conviverci ma mai perdere la speranza che qualcosa possa cambiare in meglio. Abbraccio! Non vedo l’ora di assaggiare le tue nuove specialità!

Rispondi

da un bel post escono bei commenti, mi pare ovvio. ciao carissima. dobbiamo proprio rivederci e fare una bella chiacchierata a più occhi, del resto tu ci insegni che chi ha il pane non ha i denti, e soprattutto la ns generazione è stata abituata a volere tutto, not easy at all!! e se hai un soggetto interessante da propormi, tra i 30 e i 60 anni, io sono qui. vuoi che ti scriva i pre-requisiti? uhm…

Rispondi

Robi sei una numero uno, vorrei avere la metà della tua energia! Sei una delle travel blogger che più stimo. Brava!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *