Qui abbiamo ben 2g per scegliere varie forme di relax, più sportive (snorkeling o diving in barriera, visite alle isole Giftun in barca) o avventurose (gita nel deserto con uso di cammello e/o quad) ma io ho solo bisogno di riposare. Do istruzioni a chi vuole fare l’una o l’altra cosa e aspetto i miei ragazzi spaparanzata sul lettino in spiaggia, protetta dalla conchiglia di bambù che mi permette di stare in costume.

imm012 (3)

Il primo giorno altri si riposano sdraiati sul lettino, o si riprendono dagli ultimi massacranti acciacchi. Ci informiamo sull’opportunità di fare un bel massaggio (previsto per la seconda sera) e insomma la prima giornata ci scivola via, passando infine la sera nel centro di Hurghada, che è bruttissimo e non permette il benché minimo shopping almeno per chi ha gusto estetico, pure la cena è in un ristorantino anonimo come ce ne sono molti, appena dietro il viale principale.

imm013 (3)

Il secondo giorno c’è più movimento anche solo per la gita in barca alle isole Giftun, che ovviamente sono belle ma ventose, non fa per me anche perché non avrei fatto snorkeling. Il massaggio pre cena è straordinario anche se il masseur mi dice che ho la schiena a pezzi (lo so) poi cena e valigia, l’indomani si risale fino al Cairo, ci attende un altro viaggio lungo!!

Cosa abbiamo visitato:

HURGHADA – la seconda capitale del turismo sul Mar Rosso dopo Sharm el Sheikh, Hurghada oggi è una disordinata e orribile accozzaglia di edifici nuovi, vecchi, in costruzione e che forse di questi tempi non verranno nemmeno ultimati. Turisti principalmente dell’est europeo vi si affollano tutto l’anno, spendono pochi soldi in semplici resort e godono delle sue straordinarie bellezze: il mare, le spiagge (tra cui El Gouna e Sharm el Naga), e sotto la superficie del mare una straordinaria barriera corallina. Escursioni possibili: ISOLE GIFTUN in barca, DESERTO in jeep + quad o a dorso di cammello.

Ti è piaciuto questo post? Allora leggi anche gli altri, li trovi qui:

http://www.gamberettarossa.it//reportag/africa/in-egitto-prima-della-rivoluzione

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *