Lunedì tornerò sul Gargano, per tre giorni sarò immersa nella natura dello Sperone d’Italia. Poca cultura, passeggiate, forse la bicicletta, il treno e vita all’aria aperta. Sarà un nuovo assaggio di Gargano con poco mare e molto entroterra, per ricordare che in questa regione oltre, anzi dietro le sue bellissime spiagge c’è tutto un mondo rurale e storico fatto di tradizioni da scoprire. Voglio cominciare a vedere l’interno, la Puglia dentro.

Ora che è esplosa la primavera con i suoi colori e profumi esplorerò la bellissima Puglia in una stagione per me insolita.

IMG_4882 IMG_4889

Sono sola e libera, alloggerò finalmente a Vico del Gargano al Pizzicato Eco BB ospite di Pino Romondia, quel vulcano gentile che ha ereditato l’ospitalità familiare, declinandola nel linguaggio del web 2.0 con ottimi risultati.

Bloggerhouse è il progetto ideato da almeno un paio d’anni con cui, secondo un programma personalizzato per ciascun blogger, è possibile visitare il Gargano all’inizio della stagione, facendo base a Vico al Pizzicato. Non vedo l’ora, tutto è iniziato quattro anni fa agli albori dell’avventura con il mio amato blog di viaggi Gamberettarossa, quando scrissi questo post sul Gargano come lo ricordavo dal mio primo viaggio laggiù nel lontano 1983. Silvia Ceriegi di Trippando, un’altra mente vulcanica e blogger di successo, mi diede lo spunto, l’idea di raccontare il Gargano e la Puglia era anche sua…

IMG_5075 IMG_5110

Secondo i miei programmi vorrei trascorrere un giorno tra terra e mare, a Varano e Lesina magari percorrendo in bici la sponda dei laghi, e un giorno tra Carpino e Ischitella magari a piedi. Se ci scappa anche un trenino lento è il top, su quella strisciolina nera sulla cartina chiamata Ferrovie del Gargano. In realtà desidero passare tanto tempo a passeggio a Vico, uno dei borghi più belli d’Italia, detto anche “il paese dell’amore” e assaggiare tutte le specialità pugliesi che passeranno davanti ai miei occhi. Giovedì me ne andrò verso un’altra bellissima destinazione… segreta. Gamberettarossa non si ferma mai, questo mio piccolo viaggio sarà “molto condiviso”.

I consigli dei bloggamici sono particolarmente ben accetti per sfruttare al meglio il tempo a mia disposizione. Ho pure messo a disposizione l’auto per ospitare passeggeri con Blablacar, confido che questi, sulla strada verso Foggia, mi riempiano di info utili a rinfrescare la mia conoscenza della zona. E voi seguitemi numerosi!!

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *