Ho incontrato Cristina a Pistoia. Era il mese di maggio 2013 ed eravamo ospiti di un blogtour stupendo che ha coinvolto città e provincia. Vi presento Pistoia si chiamava, e non poteva esserci migliore presentazione nonostante il tempo grigio, autunnale, ricordi Cri? Poi ci siamo viste con altre bloggamiche per curiosare su e giù per l’Italia con tutto il bello: il Gargano, il Veneto, Matera, il Trentino… ma anche più lontano. Pensate che Cristina mi ha scelto tra decine di amici per condividere un week end lungo a Gran Canaria, ha vinto un volo Vueling e con un messaggino su whatsapp un anno fa mi ha scritto HO DECISO DI ANDARCI CON TE. Capito? Io ho organizzato il soggiorno e ne è uscito #Grancanariabreak.

Otto mesi fa per il ponte del 25 aprile Cristina ha preso un volo di sola andata per Belgrado dove io e la Simo l’abbiamo prelevata a notte fonda all’aeroporto per esplorare la capitale serba sotto la pioggia.

Questo tour si chiamava #Explorebalkans e si è svolto in collaborazione con gli enti del turismo. Siamo rientrate con la mia auto il giorno dopo, 800 chilometri percorsi quasi d’un fiato con una sola sosta a Zagabria all’ora di pranzo. Matta è lei, un poco matta sono io. Leggete qui sotto. Io scrivo viaggio tre volte in una riga, lei scrive lavoro tre volte. Siamo entrambe donne di nord est, nate sotto il segno del Toro, un poco sognatrici ma pragmatiche e determinate. Spero partiremo ancora insieme perché è una compagna di viaggio ideale, parla quattro lingue come me, è disponibile dal mattino alla sera e oltre, insomma si fanno 1000 cose e ci si diverte insieme. Il suo bellissimo blog si chiama PARLIAMODIVIAGGI.

 

1  Chi sei – dove ti trovi?

1 Cristina Pasin, vivo a Bologna, il mio blog è www.parliamodiviaggi.it. Sono friulana dentro e fuori, travel addicted (come si usa dire adesso), passione che mi hanno trasmesso i miei genitori. Quando non viaggio faccio la digital manager di una banca, la mia seconda passione.

2  Do per scontato che ti piaccia viaggiare avendo un blog di viaggi. Cosa cerchi quando viaggi?

2 Quando viaggio cerco novità, emozione, scoperta, contatto con le persone e le culture diverse dalla mia. Viaggiare è uno stimolo continuo a rimettere in gioco le mie consapevolezze e ad abbattere abitudini e pregiudizi. Quando viaggio devo provare tutto e scoprire tutto di un luogo: le persone, gli scenari, la cultura, il cibo, gli usi e costumi.

3  Qual è il tuo rapporto con il web? C’entra col tuo lavoro e la vita di tutti i giorni o è soprattutto una passione?

3 Io nel web ci lavoro da mattina a sera perché lo faccio per lavoro. Lavoro e passione per me vanno di pari passo, per questo dico sempre di essere particolarmente fortunata. Il digital ha aperto strade inimmaginabili e le sue potenzialità sono una nuova scoperta ogni giorno.

4  Raccontaci una bella esperienza di viaggio e un brutto episodio accaduto durante un viaggio.

4 Le belle esperienze di viaggio sono davvero tante, la maggior parte fortunatamente. Ricordo in particolare il viaggio fatto l’anno scorso in Namibia e Botswana in tenda e 4X4: davvero un’esperienza “wild” vissuta con 4 compagni di viaggio formidabili con cui abbiamo condiviso tutto, dal caffè col fornelletto la mattina ai tramonti infuocati in cima a una duna di sabbia, dalla macchina in panne da riparare alle chiacchiere davanti al fuoco la sera. Un’avventura indimenticabile che ci ha fatto sentire liberi e padroni del nostro tempo. Una delle esperienze poco felici che ho vissuto è stata in Marocco, a Fes. Una guida improvvisata, che non avevamo richiesto, dopo il giro del quartiere ebraico della città si arrabbiò per la poca mancia (a suo dire) che io e la mia amica gli avevamo lasciato e ci insultò pesantemente in quanto donne. Non ebbi paura ma un grande senso di rabbia per un Paese che per molti aspetti ha fatto grandi passi avanti ma dove permane ancora uno scarso rispetto per la donna.

5  C’è un prodotto locale (cibo o bevanda) che hai scoperto in viaggio e ti è particolarmente piaciuto?

5 Una delle cose che adoro fare in viaggio è assaggiare i piatti tipici, anche quando sembrano tutt’altro che invitanti (e a volte effettivamente hanno anche qualche effetto collaterale). Sono ahimè una grande amante della carne e una specialità che mi è rimasta impressa per la sua bontà è il Babi Guling, che assaggiai a Bali, in un locale nella periferia di Ubud scoperto per caso. E’ un piatto a base di maialino da latte di cui non si butta via niente, ma davvero niente. Viene preparato con un profumato ripieno di verdure e lemongrass, spezie, e spennellato con latte di cocco. Si consuma nei warung, baracchini di strada e viene preparato solo in certi giorni.

6  Dove andrai nei prossimi mesi? Quali sono i tuoi programmi di viaggio?

6 Tra qualche giorno parto per un viaggio a lungo agognato, il Myanmar. Zaino in spalla, come piace a me, per scoprire un Paese che so già che mi regalerà scoperta ed emozione.

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *