Una location davvero unica ha ospitato ieri la presentazione del progetto The Grand Wine Tour: diciotto cantine produttrici di grandi vini di sette regioni italiane, dal Piemonte alla Puglia, si sono date appuntamento ai Chiostri di Leonardo in corso Magenta, proprio di fronte alla chiesa di Santa Maria delle Grazie. Musement ha proposto i suoi servizi e viaggio in tutto il mondo, declinandoli in chiave di scoperta dei territori d’eccellenza del vino italiano.

Fare di ogni viaggio un’esperienza unica è la mission di Musement che dal 2013, anno della sua fondazione, ha costruito un network di professionisti ed esperti locali attivi oggi in 450 città di 55 paesi. L’esperienza del gusto è sempre più ricercata dal viaggiatore appassionato e se esso è portato in cantine vocate ad accogliere gli ospiti, oltre che alla produzione di vino, diventa puro piacere per il palato, gli occhi e – perché no – anche il cuore. Cosa c’è di meglio infatti di un grande vino per unire le persone, emozionarle e farle star bene insieme? Lo sanno perfettamente quelli di Musement che hanno creato questi percorsi abbinando cibo e vino, il meglio del Made in Italy, con l’ospitalità di qualità. Sono sempre più numerose infatti le tenute vinicole che hanno sviluppato l’ospitalità in cantina con percorsi di degustazione e ora danno la possibilità agli ospiti di soggiornarvi. Le sfide del futuro vanno dalla messa a punto di servizi estremamente personalizzati, perché ogni ospite è diverso, alla capacità di intercettare i maggiori flussi turistici. Il progetto infatti è rivolto a una clientela internazionale raffinata ed esigente, che parla certamente inglese ma anche altre lingue della vecchia Europa e degli altri continenti.

The grand wine tour è una rivista online scritta in inglese che riprende il tema del Grand Tour in cui un tempo gli aristocratici europei scendevano in Italia, per immergersi nella nostra arte e cultura unici al mondo, declinandola secondo le esigenze più attuali e la ricerca del meglio dell’Italian wine & food. Il magazine si occupa di viaggi e lifestyle, è curato da giornalisti e blogger esperti del settore e nasce con l’obiettivo di creare una rete di eccellenze del vino italiano. Fare network non è sempre il valore fondante delle aziende italiane perciò questa iniziativa, che dal punto di vista editoriale non ha pubblicità né contenuti commerciali, è a maggior ragione lodevole. Le proposte di viaggio si trovano sui social network principali, Facebook, Instagram e Twitter e saranno accessibili da pc e telefono attraverso una app dedicata.

Conosco personalmente per motivi di lavoro la maggior parte dei produttori partecipanti al progetto, posso confermare che si tratta di persone squisite, preparate, che fanno il vino con passione e sanno raccontare egregiamente il loro territorio. Perché casomai ce lo fossimo dimenticato il vino è fatto da persone che custodiscono la terra dove vivono, per farle dare i frutti migliori. Last but not least, i produttori curano con grande attenzione gli aspetti ambientali legati alle pratiche viticole ed enologiche, per produrre vini puliti oltreché buoni. Se avrò l’opportunità di andare a trovarli prossimamente non mancherò di raccontare queste realtà, che meritano l’attenzione dei consumatori attenti e la stima di tutti.

Per saperne di più:

http://www.thegrandwinetour.com/

https://www.musement.com/it/

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *