Romeo e Giulietta è la storia d’amore che incanta tutti, innamorati e non, da 500 anni. 

Verona è la città degli innamorati, qui è nato il loro amore e qui va in scena lo spettacolo a partire proprio dal cortile di Giulietta in via Cappello. Poi sulla terrazza e giù per le vie della città che diventano il palcoscenico dove attori e spettatori si esibiscono mescolandosi alla gente. Per rientrare infine a teatro dove si svolge l’ultima scena.

Lunedì sera sono stata alla prima rappresentazione in inglese di Romeo e Giulietta al Teatro Nuovo di Verona. Dopo le serate in italiano lo spettacolo prosegue ora con una narrazione principale in inglese, la lingua originale, e traduzione in italiano. Ma questa non è solo una serata a teatro, è il tempo in cui gli spettatori sono chiamati a partecipare, a interagire con gli attori.

Noi diventiamo parte dello spettacolo che si svolge nei luoghi dove l’opera è stata concepita.

Il cuore di Verona è lo scenario naturale che William Shakespeare ha immaginato per raccontare l’amore travagliato dei protagonisti e le lotte familiari tra Capuleti e Montecchi. La prima parte si svolge proprio nel cortile di Giulietta, piccolo spazio raccolto fra mura antiche, con il balcone e la statua dedicate alla protagonista femminile. Due narratori iniziano a dipanare il filo del racconto e ci prendono per mano. Mettono la matassa nelle nostre mani e ci tengono in sospeso, per un’ora e mezza fatta di speranze e scoramento, apparizioni e sparizioni. Ci fanno salire in terrazza e poi scendere in strada, loro davanti, noi dietro.

Romeo e Giulietta si raccontano tra le scalinate e le piazze della città dove la loro storia è nata, 500 anni fa.

Li seguiamo in un ordinato corteo e veniamo incalzati secondo un copione che premia la creatività dei narratori e la curiosità degli spettatori. Il gioco d’amore strappa sorrisi e palpitazioni prima del suo tragico finale, scandito dalla frase “My heart is yours” – Il mio cuore è tuo.

Io speravo nel lieto fine che non c’è stato e mi sono un poco commossa.

Sono con una cara amica a cui ho preparato la sorpresa, lei sta al gioco e alla fine mi pare soddisfatta della serata. Siamo pochi italiani tra i presenti, il pubblico molto eterogeneo viene da tutto il mondo inclusi due australiani, marito e moglie, che stanno insieme da 43 anni! Lo sappiamo perché i narratori chiedono alle coppie di palesarsi e a loro strappano addirittura un bacio in pubblico!

Il meteo per lunedì sera dava pioggia, in questo caso lo spettacolo si sarebbe svolto al chiuso, nel teatro. Invece il programma è stato rispettato: le luci di Verona ci hanno salutato alla fine di una serata magica, con il cielo limpido e la luna quasi piena che si rifletteva nell’Adige.

Dopo la prima di lunedì sera gli spettacoli proseguono: dal lunedì al sabato alle ore 21, di venerdì anche alle ore 18. Al Teatro Nuovo, Teatro Stabile di Verona, fino al 26 settembre prossimo.

Romeo e Giulietta – Spettacolo Itinerante.

Regia – Paolo Valerio.

Interpreti – Giulietta: Jennifer Biggs. Romeo: Grant Reeves.

Mercuzio – Narratore in inglese: Joe Parker.

Mercuzio – Narratori in italiano: Enzo Forleo / Sofia Pauly.

Post in collaborazione con Teatro Nuovo Verona – Teatro Stabile del Veneto.

Per saperne di più:

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *