Ieri sono stata ad Asiago al teatro Millepini, dove si è svolta la cerimonia del premio intitolato a Mario Rigoni Stern, lo scrittore di cui il prossimo primo novembre ricorre il centenario della nascita. Dedicato alla lettura multilingue delle Alpi, il premio è tornato nella sua Asiago un giorno dopo Venezia.

La prima giornata di premiazione si è svolta con modalità simile a Palazzo Labia, sede veneziana della RAI.

Cerimonia doppia, festeggiamenti doppi, che anzi sono appena iniziati. L’ultimo fine settimana di ottobre Mario Rigoni Stern sarà celebrato da protagonista, sempre ad Asiago.

Sergio Frigo presidente della giuria ha introdotto i cinque finalisti:

  • Selma Mahlknecht – Berg and Breakfast
  • Daniele Zovi – Autobiografia della neve
  • Stéphanie Besson – Trouver refuge
  • Irene Borgna – Cieli neri
  • Jean Marc Rochette – Parete nord (prefazione di Paolo Cognetti).

Frigo ha accolto sul palco gli scrittori presenti (tre su cinque) e ha premiato la vincitrice Irene Borgna.

Cieli neri è il racconto del suo viaggio in camper con famiglia, verso il nord Europa, in cerca di quelle notti prive di luce che qui, in città, ci siamo scordati da tempo. In quei cieli neri c’è molto da vedere se abbiamo abituato gli occhi all’oscurità. Un esercizio consigliato dall’autrice alle persone, per dormire bene e vivere meglio. E agli amministratori che illuminano le strade poco affollate o deserte dei nostri paesi, con la scusa della sicurezza.

Stéphanie Besson, invece, nel suo Trouver refuge narra le vicissitudini dei migranti al confine tra Francia e Italia. Siamo a Briançon dove, fra assurde disposizioni da una parte, l’aiuto e la solidarietà popolare dall’altra, le persone cercano di entrare in Italia a piedi, affrontando sentieri sconosciuti e pericolosi. Alcuni ci riescono, molti sono respinti, devono tornare indietro. Cercano rifugio e non sempre lo trovano. Di Besson abbiamo visto l’intervista rilasciata il giorno prima a Venezia.

Il gioco di parole in Berg and Breakfast, titolo del libro di Selma Mahlknecht, è presto spiegato. Le montagne negli ultimi anni sono diventate da luogo di villeggiatura a meta del turismo mordi e fuggi, nonostante non siano sempre facili da raggiungere. La proliferazione di alloggi per tutti e per tutte le tasche ha fatto cambiare radicalmente il loro profilo sociale ed economico, nel bene e nel male, con la creazione di nuovi rapporti tra gli abitanti, le persone stanziali, e i visitatori.

Autobiografia della neve è la ricerca dei paesaggi innevati sempre più rari da trovare, almeno quelli naturali. Parte proprio da qui dove ci troviamo, sull’altopiano di Asiago luogo natale di Daniele Zovi, convenuti per l’evento. Il libro attraversa la memoria dell’autore per vedere il mondo dalla dimensione microscopica, dentro un cristallo di neve, alla dimensione mondiale dello scioglimento dei ghiacciai. Con le nefaste conseguenze che porterà in un prossimo futuro, se non ci decideremo a cambiare rotta sul fronte dei consumi e delle abitudini.

Parete nord (con la prefazione di Paolo Cognetti) è una graphic novel sulla montagna e l’alpinismo. L’amore per la montagna diventa per l’autore una passione da coltivare per tutta la vita.

Tra le varie presentazioni degli autori e le conversazioni che si sono svolte sul palco, estremamente attuali, interessanti e di livello altissimo (l’argomento montagna è fonte di continue scoperte) ho apprezzato particolarmente Luca Mercalli, il mio preferito tra i divulgatori, a cui va tutta la mia stima. Si è espresso sul palco con la sua consueta chiarezza, garbo e pacatezza. Doti rare per chi parla di scienza sui media in generale, e sul piccolo schermo in particolare.

L’appuntamento con le celebrazioni del centenario di Mario Rigoni Stern alla fine di ottobre, sempre qui ad Asiago, è atteso da molti. Spero di esserci!

Ti è piaciuto questo post su Venezia e il Veneto? Allora leggi anche gli altri, li trovi qui:

http://www.gamberettarossa.it/it/myselfsudime/bentornata-a-nordest/

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *