Gamberetta rossa è nato nel 2011 alla fine del viaggio in Mongolia che mi ha tanto segnata, nel bene e nel male. Da qui ho deciso di aprire il mio blog, uno spazio online per raccontare avventure di viaggio, renderle disponibili per i miei lettori, emozionarli (o provare a farlo) e consigliare dove andare o non andare, sulla base delle mie personali esperienze.

Nel 2021 Gamberetta rossa ha compiuto dieci anni, un traguardo importante soprattutto nel mondo dei blog, sempre più variegato e fitto. Per fortuna mi è sempre chiaro chi sono e cosa voglio trasmettere, e per i miei lettori dev’essere altrettanto chiaro.

In questi 10 anni sono cresciuta cercando sempre di mantenere il mio stile sincero, senza fronzoli proprio come me. Ho preferito il profilo basso e i numeri piccoli piuttosto che cedere alle sirene dei grandi numeri, spesso tanto rumore per nulla, che non fanno per me.

Nel 2021, anno difficile (non solo per il virus) che si avvia alla conclusione, ho ripercorso sui miei profili social alcune tappe di questi 10 anni. Le avete viste con l’hashtag #gamberetta10anni. Ho messo i viaggi all’estero e quelli in Italia. Oggi li trovate qui, venti pezzetti della mia vita, di amicizie, assaggi e passaggi cruciali.

La Mongolia è stata proprio un’avventura, una lunga traversata nella steppa e nel deserto, così come altri viaggi sono stati avventurosi, con o senza Avventure nel mondo che è stato e sarà sempre il mio principale punto di riferimento per queste cose.

E poi? Quanti modi di viaggiare ci sono? Tantissimi, tanti quante sono le fasi della vita. Perché è bello evolversi e cambiare: cambiare destinazione e compagnia, cambiare ritmo e prospettiva. La curiosità è il principale motore che spinge un viaggiatore a partire. Basta essere curiosi per trovare spunti di viaggio, vicino e lontano.

Ci sono quattro continenti sul blog, manca l’Oceania e chissà per quanto mancherà. Da quando è arrivato il virus nel 2020 tanti miei programmi di viaggio sono saltati, quasi tutti. Un poco mi spiace ma tutto sommato non è stato così male: ho fatto tanto altro, ho scoperto posti impensabilmente belli e vicini.

Non tutti i mali vengono per nuocere. Certo quando potremo di nuovo viaggiare tornerò subito in Asia, questo è sicuro. Intanto mi godo la bellezza accessibile, spero di farla godere anche a voi e attendo i vostri consigli di viaggio. Buone feste da Roberta #gamberettarossa

2011

Lunedì 23 agosto segna la nascita del mio blog di viaggi e cibo, avvenuta esattamente dieci anni fa. Un viaggio attorno al mondo mai interrotto fatto di ricordi, emozioni, amicizie. Un viaggio che continua anche in tempo di pandemia. Da oggi inizio a celebrare il decimo anniversario di Gamberetta rossa con il primo post pubblicato sulla Mongolia

 http://www.gamberettarossa.it/it/2011/08/23/il-cavallo-e-la-gher/

gher

[Le foto sfuocate] Da dove siamo partiti, dove #gamberetta10anni finisce, e il blog prima del blog. Sul Gargano in Puglia sono stata nel giugno 1983. Questo è il racconto del primo viaggio, in tenda con la mia famiglia. A giugno 2013 sono tornata per un fine settimana con 5 amiche blogger + 1 gatto, in un rincorrersi di emozioni e immagini, su e giù sul filo del tempo

2012

Nel 2012 a gennaio, di ritorno dal viaggio in Sudan con Avventure nel mondo, scrissi di getto un post sulle mani delle donne nubiane. Ebbene quel post mi ha portato tanta fortuna e mi ha fatto viaggiare di nuovo. Grazie a “Mani” ho vinto un concorso letterario che mi ha portato a Matera nel 2015 e 2016, negli anni di preparazione alla celebrazione di Matera 2019, capitale europea della cultura. Ho letto il post Mani nel settembre 2014 sul palco del Festival della letteratura di viaggio, invitata a Roma a ritirare il premio come migliore blogger di viaggio. Su quello stesso palco si sono avvicendati scrittori che conoscevo e altri che ho conosciuto in tale occasione, persone che stimo e continuo a seguire per come raccontano il piacere e i vari modi di viaggiare. Il festival nel 2021 è ripartito in presenza, con tanti eventi e sezioni dedicate. Questa foto della mano di una donna nubiana è stata esposta alla libreria Pangea di Padova per la mostra di beneficenza dedicata a Marta4kids. E continuo a leggere Mani e ci trovo ancora tanto di me. Oggi lo faccio leggere anche a voi!

 http://www.gamberettarossa.it/it/2012/01/13/mani/

mani

Nel 2012 ho chiuso la mia terza casa milanese, dopo 10 anni di vita, lavoro e divertimento a Milano sono tornata in Veneto. Che fatica! Per sempre lei sarà la mia città del cuore, la città che fa battere il mio cuore, anche se a volte è fredda e distaccata

2013

La domenica è il giorno del riposo e della preghiera per i cristiani. Ma ci sono anche il venerdì e il sabato rispettivamente per musulmani ed ebrei. Vicini senza toccarsi, simili ma mai uguali. Oggi ci trasportiamo nella culla della spiritualità, al post dell’anno 2013 su Gerusalemme, dove vibra l’essenza delle tre religioni monoteiste. Dove si possono sentire a breve distanza di tempo il richiamo del muezzin alla moschea, il rintocco delle campane di una chiesa. Mentre i fedeli ebrei escono sorridenti dalla sinagoga

 Http://www.gamberettarossa.it/it/2013/12/16/tra-sacro-e-profano

gerusalemme

In trasferta in Toscana. Nel 2013 lavoravo in triveneto ma per un laboratorio di analisi vicino a Firenze. Scendevo in Toscana un paio di volte al mese e spesso mi fermavo più a lungo. Ho rivisto il capoluogo e Siena, ho conosciuto la bellezza diversa di Pistoia e tante piccole chicche in varie province. Poi poco o nulla, il lavoro è saltato e un poco è saltato pure il laboratorio, almeno com’era allora non è più. Ora sono tornata a Livorno (a novembre) e ho visitato cantine pregevoli, ma quante cose ancora mi mancano da vedere in questa regione ricchissima? Per restare in tema vino, Scansano per esempio ma anche Montepulciano. E poi ditemi voi. Dove ho scattato questa foto?

2014

Oggi torniamo per l’ultima volta in Asia. Il 2014 è stato un anno di grandi viaggi in medio oriente e appunto Asia, forse l’ultimo così intenso ma allora non lo sapevo. È iniziato in Israele, a Gerusalemme dove non si poteva bere vino e ho brindato con l’aranciata. È finito con un brindisi (stavolta con la birra) alle pendici degli 8000. Himalaya, Gangtok, Sikkim, India. In mezzo Laos e Cambogia dove ho scattato questa foto di un bambino laotiano sulla barca condotta dal padre. Occhi che mi hanno rapito e ho raccontato così

 http://www.gamberettarossa.it/it/2014/11/14/occhi/

occhi

Nel 2014 ho conosciuto Biella in Piemonte attraverso la sua gente. In realtà conoscevo già diversi biellesi, amici che lavorano a Milano o amici blogger. Ci sono andata ben due volte, a gennaio e dicembre 2014, un inizio e fine anno particolare. La prima volta era scesa la neve e vi assicuro che lo spettacolo del santuario di Oropa imbiancato è stato indimenticabile. Ma pure il resto eh:

  •  Il piano e il piazzo,
  •  le vecchie case e la città moderna,
  •  le imprese che hanno reso famosa una città fra mobili, aerei e tessuti.

Il ricetto di Candelo. Il sacro monte. Oasi Zegna. E poi Il cibo e il vino. Confesso che mi mancano tanto i vini piemontesi ma mi sto dando da fare per tornare. Vi ho avvisato… Biella ora è capoluogo di provincia. Chissà se rimarrà tale o cadrà sotto una scure come altre piccole province nuove o seminuove.

2015

Di viaggi e amicizia. Che viaggiare faccia bene è scontato, che viaggiando si conoscano nuovi amici è un effetto collaterale positivo e bellissimo. Oggi torniamo in Europa. Grazie a Gamberetta rossa ho incontrato persone splendide, alcune simili a me, altre diverse, ora presenti nella mia vita. Amiche e amici preziosi come Cristina, che nel 2015 ho visto tante volte. In Italia e all’estero… Cristina mi ha fatto un grande regalo: portarmi 4 giorni a Gran Canaria con il suo volo premio. Ricordi la storia CriP? Durante Gran Canaria Break siamo state al mare, ovvio, e in montagna, al centro dell’isola dove un tempo c’era un vulcano. Dalla cima del Roque Nublo c’era un’energia che veniva direttamente dal centro della terra fino a lassù. Si vedevano Tenerife con il vulcano Teide innevato, tutto il panorama era pazzesco. Lassù ho iniziato a pensare e a sognare

 http://www.gamberettarossa.it/it/2015/11/15/la-salita-al-roque-nublo-unesperienza-unica-durante-il-gran-canaria-walking-festival/

roque nublo

Nel 2015 ho fatto una toccata e fuga in Valle d’Aosta per vedere la désarpa ovvero la discesa dall’alpeggio. Capre e mucche con addobbi floreali, il dlin dlon dei campanacci e l’atmosfera di festa. Pomeriggio a passeggio nel capoluogo e via, il ritorno a Milano. Ad oggi quello che segue è il solo post scritto sulla regione più piccola d’Italia. Vorrei tornare per vedere i castelli visitare le cantine e… Camminare!

2016

Nel 2015 e 2016 ho cambiato modo di viaggiare, mete più vicine, solo europee, e permanenze più brevi. Ho messo due bandierine sul mio mappamondo, molto piccole ma molto importanti, Polonia e Romania. Ho viaggiato da sola ma non troppo, trovando a destinazione persone squisite che mi hanno ospitato e tenuto in famiglia. Badantur è stato questo e molto altro, a proposito di viaggi e amicizia.

 Http://www.gamberettarossa.it/it/2016/08/29/la-citta-e-la-campagna-attorno-a-iasi/

iasi

Nel 2016 in Basilicata per il volo dell’angelo! What else?

2017

Oggi vi porto su un’isola, anzi 5 isole, visitate nel 2017. Alle Azzorre ero in buona compagnia con un gruppo di Avventure stupefacente, che si è rivelato tale solo a metà viaggio. E c’era una collega e amica che faceva lo stesso itinerario, con un altro gruppo. Che bel regalo ci siamo fatte Simo!

 http://www.gamberettarossa.it/it/2017/08/17/isole-azzorre-prime-impressioni/

ortensie

Continua a Paestum BMTA, in questi giorni di fine novembre, la Borsa mediterranea del turismo archeologico. Grazie alla mia associazione preferita AITB, nel 2017 ho visitato Paestum in Campania. Con i miei amici blogger abbiamo visto non solo il sito principale nella sua immensa bellezza, ma anche il parco delle dune costiere, un connubio notevole di uomo e natura, storia archeologia ed ecologia.

 http://www.gamberettarossa.it/it/2018/06/11/paestum-parco-archeologico-dune-costiere/

paestum

2018

Questo è un altro ricordo di viaggio speciale. Nel 2018 ho coronato il sogno di entrare in un nuraghe, anzi NEL Nuraghe per eccellenza. Su Nuraxi a Barumini in Sardegna, ad agosto durante UNESCO Festival Experience. A dicembre sono tornata sull’isola per un altro evento, perché d’estate al mare è facile, d’inverno con la pioggia un po’ meno.

 http://www.gamberettarossa.it/it/2018/10/04/su-nuraxi-barumini-unesco-festival-experience/

su nuraxi

2019

Gamberetta in Georgia. Nel 2019 sono stata una settimana in Georgia, uno degli ultimi viaggi all’estero. Da sola, mai stata così bene. Poi è arrivata la pandemia e ci siamo fermati o quasi. Tbilisi ha dato il meglio di sé, ora mi mancano tanto gli amici georgiani che hanno aperto le porte di casa e delle cantine, ben tre, per farmi stare con loro. Per assaggiare i loro vini, le specialità. E la loro ospitalità soprattutto, un caldo e avvolgente abbraccio. Il Caucaso mi aspetta, penso sarà il primo dei viaggi che farò, appena possibile

 http://www.gamberettarossa.it/it/2019/06/28/cosa-fare-a-tbilisi-in-una-settimana-prima-parte/

tbilisi

Due anni fa, a Ottobre 2019, in Calabria ho camminato per una settimana lungo la Via Popilia, una di quelle esperienze che cambiano la vita, in meglio. La sto ancora raccontando sul blog, qui sono ai piedi del ponte romano sul fiume Savuto

  http://www.gamberettarossa.it/it/2021/04/22/lungo-la-via-popilia-in-calabria-da-tarsia-a-scigliano/

ponte fiume savuto

2020

Gamberetta in Corsica. Si fa quel che si può, in sicurezza, da quando c’è un virus attorno a noi. Nel 2020 accanto ai sogni infranti di tanti viaggiatori si è palesata la possibilità di coronare sogni più piccoli ma non meno affascinanti. Di uscire appena dai confini nazionali per andare a vedere cosa c’è. Di viaggiare meno in aereo, almeno nel mio caso sono praticamente due anni che non volo. Ma sapete che c’è? Pazienza, quanti bei posti ho scoperto dallo scorso anno lo so solo io. Ah no lo sapete anche voi che mi seguite su Gamberetta Rossa e tornate con me in Corsica oggi. A Bastia intanto.

 http://www.gamberettarossa.it/it/2021/05/05/cosa-vedere-in-corsica-a-passeggio-per-bastia/

bastia cittadella

Oggi vi porto a Bergamo con il racconto di una giornata di luglio, quando ho ricominciato a uscire e a viaggiare proprio in questo luogo, duramente colpito dall’epidemia. Il mio piccolo viaggio è stato carico di significato anche per questo. Brindare alla salute, alla libertà, alla vita mi sembrava il miglior modo per esorcizzare gli avvenimenti dei mesi precedenti. Ero in buona compagnia e ho assaggiato gli ottimi vini di Le Moiole e Castello di Grumello. Cosa volere di più? Gamberetta rossa parla di viaggi, cibi e vini, se avete qualcosa da consigliare, sono tutta orecchie!

 http://www.gamberettarossa.it/it/2020/07/11/sulle-strade-della-valcalepio-tra-castelli-e-vini/

castello grumello

E per finire “Il blog prima del blog”. Questo è un bonus, contenuto extra, il blog prima del blog. Io scrivo da sempre, perché e come forse lo so solo io. Prima dell’11 settembre ero a New York, subito prima, questo lo sanno molti degli amici di allora. Sono tornata appena in tempo. Subito dopo ho scritto questo.

 http://www.gamberettarossa.it/it/2011/09/02/il-cappellino-di-starbucks/

grattacielo

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *