COSA VEDERE A BELGRADO IN UN GIORNO

Sottotitolo: a Belgrado sotto la pioggia. La canzone di oggi è The war song – Culture Club, dall’album Waking up with the House on Fire (1984). Vedere la capitale serba sotto la pioggia è un’esperienza difficile che mette a dura prova la resistenza mia e di Simo, ma anche di Cri che ci raggiunge la … Leggi tutto

TUTTI I COLORI DELLA PRIMAVERA AI LAGHI DI PLITVICE IN CROAZIA

La canzone da ascoltare oggi è Enjoy the silence dall’album Violator dei Depeche Mode (1990).  Ma potrebbe essere anche il Mormorio di Primavera di Edvard Grieg. Perché a Plitvice il silenzio è d’oro. Al Parco Nazionale dei laghi di Plitvice a fine aprile, a metà settimana c’è poca gente: agli incroci e sulle passerelle si trovano file … Leggi tutto

CINQUE PAESI IN CINQUE GIORNI: INTRODUZIONE A #EXPLOREBALKANS

Cinque Paesi, quattro valute, tre capitali, due parchi nazionali e… una multa. Dare i numeri dopo un viaggio per me è normale, ma Explorebalkans mi ha stregata oltre ogni immaginazione tanto che stiamo già pensando a ripartire verso est per proseguire, io e le mie fidate bloggamiche Simonetta e Cristina, l’esplorazione della ex Yugoslavia. Che ora … Leggi tutto

MANGIARE BERE DORMIRE IN FRIULI: ELOGIO DEL VINO SFUSO

Tra terra e mare, tra Italia e Mitteleuropa, la cucina friulana ha molto da offrire: i piatti poveri, ma poveri solo di nome, della tradizione gastronomica di una terra aspra (la jota, i cjarsons, la brovada, e soprattutto il frico che adoro – prometto di postare la ricetta), le delizie dei prodotti tipici oggi apprezzati … Leggi tutto

IN FRIULI

In Friuli ho passato gli anni dell’università, a Udine, il periodo più bello della mia vita assieme agli anni di Milano, che si sono appena conclusi. Anni di conoscenze e scoperte, di condivisione e di crescenti responsabilità, di mangiate e bevute a tutte le ore del giorno anche le più improbabili, di zingarate e (perché … Leggi tutto

MOLTO A NORDEST

Vado in Friuli per lavoro, è una grande gioia per me anche se parto con sentimenti contrastanti dopo tanti, troppi anni d’assenza. Calcolo che non percorrevo l’autostrada verso Udine e Trieste da otto anni, quando nell’agosto 2005 con la golfetta rossa andai a trovare Pier e Céline a Budapest, viaggio epico nella solitudine mistica di … Leggi tutto